Artrite psoriasica e perdita di peso


Peso corporeo e AP – Esiste davvero un collegamento?

Ammettiamolo: quanti di noi vorrebbero perdere quel chiletto in più o quei due centimetri in vita per rientrare in quel paio di jeans che ci piace tanto? O magari per poter indossare un outfit da urlo? Anche se fai parte di quei pochi fortunati sempre in forma smagliante, è bene che tu sappia che avere un peso forma non solo giova all’autostima e alle condizioni di salute e benessere generali, ma può anche essere utile per l’artrite psoriasica (AP). Vediamo più in dettaglio quale importanza ha il nostro peso per la AP.

In che modo il peso influisce sulla AP?

Uno studio pubblicato nel 2012 ha esaminato circa 2 milioni di cartelle cliniche per comprendere meglio il legame esistente tra peso e rischio di AP . È emerso che un indice di massa corporea (BMI – clicca qui per calcolare il tuo BMI) più elevato era associato a un aumentato rischio di sviluppare la malattia. Inoltre, i ricercatori hanno notato che più alto era il BMI, maggiore era il rischio che risultava quasi raddoppiato per le persone con un BMI superiore a 351. Gli scienziati hanno già un’idea di quale sia questo collegamento. È noto infatti che il tessuto adiposo produce diverse molecole in grado di provocare infiammazione, tra cui il fattore di necrosi tumorale e le interleuchine, le stesse molecole che risultano iperattive nella AP2. Queste molecole possono portare a uno stato pro-infiammatorio nelle persone in forte sovrappeso e aumentare il rischio di determinate malattie infiammatorie. Il collegamento sembra essere particolarmente forte con la AP, in quanto i dati dimostrano che l’obesità può incrementare il rischio di sviluppare la malattia, ma anche gli esiti clinici nei soggetti che già soffrono di questa condizione3.

Benefici legati alla perdita di peso

Ora la buona notizia: la perdita di peso può influire positivamente e in diversi modi sulla malattia. Dato che le cellule adipose promuovono l’infiammazione, è logico supporre che meno grasso c’è, minori sono le probabilità che si sviluppi un’infiammazione. E in effetti uno studio ha scoperto che le persone affette da AP con un BMI nella norma (inferiore a 25) avevano maggiori probabilità di raggiungere un’attività minima della malattia (MDA) prolungata (una valutazione combinata di diversi sintomi della AP) rispetto alle persone in sovrappeso.4

Più facile a dirsi che a farsi

Sappiamo bene che, in teoria, una dieta sana e un’attività fisica regolare fanno bene alla salute, ma nella pratica può essere difficile introdurre dei cambiamenti drastici nello stile di vita, specialmente se si lavora e si hanno numerose responsabilità. E può essere ancora più difficile quando articolazioni rigide e doloranti rendono la vita molto più impegnativa. Ma migliorare lo stile di vita non significa per forza sottoporsi a una dieta alimentare ferrea o a un programma di attività fisica super-intensivo. Anche dei piccoli cambiamenti possono fare la differenza. Per esempio, puoi trovare un’alternativa salutare ai tuoi dolci preferiti, come sostituire il gelato con uno yogurt ghiacciato. O prendere le scale al posto dell’ascensore quando ti senti bene.

Se pensi di doverti rimettere in forma, ma hai difficoltà a trovare la giusta motivazione o non sei sicuro di quale sia la soluzione più adatta a te, parlane con il medico. Ti aiuterà a trovare il modo migliore per eliminare i chili in più (sempre che ce ne siano!). Tu e la tua AP ne trarrete senz’altro beneficio.


  1. Obesity and the risk of psoriatic arthritis: a population-based study. Love TJ, Zhu Y, Zhang Y, Wall-Burns L, Ogdie A, Gelfand JM, Choi HK. Ann Rheum Dis. 2012 Aug;71(8):1273-7. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22586165
  2. Sito web “Arthritis Foundation” – How Overweight and Obesity Affect Psoriatic Arthritis. Ultimo accesso: 13/06/2016 http://www.arthritis.org/about-arthritis/types/psoriatic-arthritis/articles/obesity-psoriatic-arthritis.php
  3. Obesity and psoriatic arthritis: from pathogenesis to clinical outcome and management. Russolillo A, Iervolino S, Peluso R, Lupoli R, Di Minno A, Pappone N, Di Minno MN. Rheumatology (Oxford). 2013 Jan;52(1):62-7. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22989426
  4. Obesity is associated with a lower probability of achieving sustained minimal disease activity state among patients with psoriatic arthritis. Eder L, Thavaneswaran A, Chandran V, Cook RJ, Gladman DD. Ann Rheum Dis. 2015 May;74(5):813-7. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24431392


Cerca il CENTRO PSORIASI
più vicino a te