Psoriasi a placche


La psoriasi a placche, o psoriasi volgare, è la forma più frequente di psoriasi. Circa l’80% dei pazienti che ha ricevuto la diagnosi di psoriasi presenta questa forma della malattia1.

Segni clinici della psoriasi a placche

È caratterizzata da chiazze eritematose rosate o rossastre, a margini netti, di forma rotondeggiante, che presentano ispessimento cutaneo, ricoperte di scaglie biancastre o argentate.
Le placche possono essere di dimensioni e spessore variabili e possono associarsi a prurito e bruciore. Se irritate, le placche possono arrivare al sanguinamento.
Le lesioni possono presentarsi in ogni parte del corpo, ma compaiono principalmente sulle superfici estensorie (vale a dire sulle porzioni di pelle che ricoprono gomiti e ginocchia e che sono maggiormente soggette a sollecitazioni), nella regione lombosacrale, sul cuoio capelluto, sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Sovente le lesioni sono simmetriche o si presentano in regioni simili del corpo. Spesso c’è anche l’interessamento delle unghie, che presentano anomalie e danneggiamenti.
Il quadro clinico può essere variabile e oscillare dal coinvolgimento di un numero limitato di lesioni fino a un interessamento pressoché globale del corpo.
Per la valutazione della gravità della psoriasi, uno degli indici maggiormente utilizzati è il PASI (Psoriasis Area and Severity Index) che si basa, tra altri fattori, proprio sull’estensione delle lesioni cutanee.

Età di insorgenza e decorso

La psoriasi può verificarsi a qualunque età, tuttavia si è osservato che ha due picchi prevalenti di insorgenza: uno giovanile (dai 16 ai 22 anni) e uno tardivo (tra i 50 e i 60 anni)2.
Chi ha familiari con psoriasi ha maggiore probabilità di sviluppare la malattia. Inoltre, un esordio più anticipato della patologia si associa a una maggiore gravità3.
Le lesioni nella psoriasi a placche tendono a persistere ed è importante monitorare e tenere sotto controllo la malattia per evitare possibili peggioramenti se non, addirittura, l’evoluzione in quadri clinici più gravi o la comparsa di altre patologie notoriamente associate alla psoriasi4 (artrite psoriasica, malattie cardiovascolari, sindrome metabolica, ecc.).

Le terapie

Esistono diverse opzioni di trattamento per la psoriasi a placche, basate sulla gravità della malattia, sulla percentuale di coinvolgimento cutaneo delle lesioni o sull’impatto che la patologia ha sulla qualità di vita del paziente. Poiché le cure possono tenere sotto controllo i sintomi ma non impediscono alla malattia di ripresentarsi1, è importante prevedere strategie di trattamento a lungo termine, valutando il rapporto costi/benefici.
Nelle forme da lievi a moderate il trattamento di prima scelta è la terapia topica. A seconda della sede da trattare sono disponibili formulazioni diverse: creme, pomate, unguenti, gel, ecc.
Nelle forme di gravità moderata risulta efficace la fototerapia.
Quando la malattia è più estesa, grave o disabilitante, è necessario il ricorso a una terapia sistemica o biologica.
In ogni caso, trattare la psoriasi come una malattia sistemica complessa è importante per tenere sotto controllo l’evoluzione della malattia e delle possibili patologie associate.
L’intervento precoce e un approccio multidisciplinare sono necessari per ridurre l’impatto della patologia sulla qualità della vita del paziente.


Prevenire la comparsa o il peggioramento dei sintomi

Oltre alla diagnosi precoce e alla scelta della terapia ottimale per ogni paziente, è bene tener presenti alcuni aspetti legati allo stile di vita che potrebbero ridurre, se non prevenire, la ricomparsa dei sintomi. Tra questi, ricordiamo:

  1. G.F. Altomare, S. Chimenti, A. Giannetti, G. Girolomoni, T. Lotti, G.A. Vena, Psoriasi: Linee guida e raccomandazioni SIDeMaST , in: Linee guida e raccomandazioni SIDeMaST , Pacini ed., 2011. - pp. 29-56.
  2. T. Henseler, E. Christophers, Psoriasis of early and late onset: characterization of two types of psoriasis vulgaris, J. Am. Acad. Dermatol. 1985; 1 3:450 456.
  3. J.E. Gudjonsson, J.T. Elder, Psoriasis: epidemiology, Clin. Dermatol., 2007, 25: 535-46.
  4. La Psoriasi: una patologia cutanea multiorgano. Nuovi paradigmi e strategie di tutela assistenziale (Report del Progetto PACTA), 2016.


Cerca il CENTRO PSORIASI
più vicino a te

Alcune risposte le puoi avere anche subito al 800.949.209*

Il nostro numero verde è a disposizione del pubblico per aiutare a trovare il Centro Psoriasi più vicino a te e scoprire le informazioni pratiche necessarie per la tua visita (prenotazione, dove recarti, orari e documenti).

* Servizio attivo dal lunedì a venerdì,
dalle 9.00 alle 17.00 (escluso festivi).