In quali forme si manifesta la psoriasi

Esistono diverse classificazioni possibili della psoriasi, basate su aspetti differenti della malattia: localizzazione, gravità e tipologia. In questa sede ci occuperemo di quest’ultimo punto.
Le varie forme di psoriasi presentano caratteristiche peculiari in riferimento alla morfologia delle lesioni e agli aspetti clinici.

È possibile individuare 5 tipologie principali di psoriasi1:

Va poi menzionata una tipologia particolare, la psoriasi artropatica (PsA) o artrite psoriasica, che si caratterizza per il coinvolgimento delle articolazioni.

Le varietà di psoriasi non si escludono a vicenda

Solitamente una persona affetta da psoriasi manifesta solo una delle forme della malattia, ma può anche accadere che tipologie diverse compaiano contemporaneamente, combinandosi tra loro2. Può accadere anche che una forma evolva in una differente: ad esempio, la psoriasi guttata, che per lo più si manifesta in età pediatrica, potrebbe evolvere in età adulta in altre forme di psoriasi. Oppure, una psoriasi a placche estesa e non adeguatamente trattata può trasformarsi in psoriasi eritrodermica. È quindi evidente l’importanza di un monitoraggio costante e di  trattamenti mirati ed efficaci, dietro la supervisione di uno specialista.

L’importanza della diagnosi

Ricorrere alla consulenza di un dermatologo alla comparsa dei primi sintomi cutanei è importante per arrivare il più presto possibile ad una diagnosi, che  possa indicare la tipologia specifica di psoriasi. Ciò è fondamentale perché, in funzione della gravità, della localizzazione e della tipologia, consente di agire tempestivamente e individuare un trattamento mirato, con l’obiettivo di ridurre i sintomi e l’aggravamento della malattia.
La tipologia e la localizzazione delle lesioni cutanee consentiranno al medico di riferimento di individuare la forma di psoriasi in atto e, se necessario, di procedere con ulteriori approfondimenti diagnostici per escludere eventuali altre patologie.

La frequenza delle singole tipologie

Le diverse forme di psoriasi si manifestano con una diversa frequenza nella popolazione dei pazienti che hanno ricevuto tale diagnosi. La varietà più diffusa è la psoriasi a placche, che insorge tra il 58% e il 97% dei pazienti3.
Un’altra tipologia che si presenta tra i primi posti per prevalenza è la psoriasi guttata, che colpisce tra lo 0.6% e il 20% degli individui con diagnosi di psoriasi e solitamente si manifesta durante l’infanzia o l’adolescenza.
La psoriasi inversa si manifesta con una frequenza tra il 12% e il 26% degli individui.
La psoriasi pustolosa si presenta tra l’1.1% e il 12% dei casi.
Infine, la psoriasi eritrodermica risulta essere la forma più rara, anche se tra le più temibili: si manifesta tra lo 0.4% e il 7% di tutti i casi di psoriasi.
Le ultime due tipologie sono rare ma rappresentano le forme più gravi della malattia.
L’artrite psoriasica, che abbiamo menzionato precedentemente, compare nel 30% dei pazienti1, e spesso evolve a partire da altre forme di psoriasi.

  1. G.F. Altomare, S. Chimenti, A. Giannetti, G. Girolomoni, T. Lotti, G.A. Vena, Psoriasi: Linee guida e raccomandazioni SIDeMaST , in: Linee guida e raccomandazioni SIDeMaST , Pacini ed., 2011. - pp. 29-56.
  2. Luigi Naldi, Paola Pini, Giampiero Girolomoni, Gestione clinica della Psoriasi per il medico di medicina generale e lo specialista ambulatoriale, Pacini ed., 2016.
  3. World Health Organization, Global Report on Psoriasis, 2016.


Cerca il CENTRO PSORIASI
più vicino a te

Alcune risposte le puoi avere anche subito al 800.949.209*

Il nostro numero verde è a disposizione del pubblico per aiutare a trovare il Centro Psoriasi più vicino a te e scoprire le informazioni pratiche necessarie per la tua visita (prenotazione, dove recarti, orari e documenti).

* Servizio attivo dal lunedì a venerdì,
dalle 9.00 alle 17.00 (escluso festivi).