Considerazioni alimentari per le diverse terapie farmacologiche sistemiche

Antonella Losa

I trattamenti farmacologici sistemici, che nel loro insieme offrono oggi una risposta efficace nella maggior parte dei casi di psoriasi, si distinguono in farmaci tradizionali e di ultima generazione (farmaci biologici).

In corrispondenza delle diverse terapie, diventa ancora più importante rispettare le principali raccomandazioni dietetiche per le persone con psoriasi, ovvero evitare il sovrappeso e non consumare alcol.

Il consumo di bevande alcoliche è infatti controindicato nelle patologie con componente infiammatoria sistemica perché può favorire ulteriormente lo stato infiammatorio, ed è quindi da evitare in generale per tutte le persone con psoriasi.

Come diciamo spesso, quando subentra questo tipo di patologie bisogna diventare “cinture nere” di alimentazione corretta, ovvero avere ancora più a cuore le regole generali di uno stile alimentare adeguato rispetto alla popolazione generale. E infatti la consapevolezza dei rischi legati al consumo di alcol è necessaria per chiunque – a maggior ragione per chi ha motivi aggiuntivi per stare in guardia.

È bene infatti ricordare che bere alcolici ci espone maggiormente a sviluppare diversi problemi di salute - più di 200 secondo l'Istituto nazionale di salute statunitense.

Tra questi, anche alcuni legati ad aspetti psicologici che ricorrono anche nella psoriasi – come stati di ansia o di depressione – o a un impatto su organi, fegato in primis, che già possono essere interessati da potenziali effetti collaterali a lungo termine di alcune terapie farmacologiche tradizionali.

E questo non avviene solo in caso di abuso di alcolici, come siamo generalmente portati a pensare: per molte di queste condizioni, infatti, non c'è una dose minima sotto la quale non ci sia aumento del rischio. In altre parole, non esiste una "dose sicura" di alcolici.

Per quanto riguarda i farmaci biologici, invece, è bene in generale porre ancora maggior attenzione al peso corporeo: alcuni trattamenti di questa classe, infatti, possono favorire un aumento di peso. A oggi esiste tuttavia un ventaglio di opzioni terapeutiche molto maggiore rispetto a qualche anno fa, con trattamenti che non hanno mostrato altrettanta propensione ad aumentare il rischio di sovrappeso.

Ricordiamo brevemente le due principali motivazioni per cui sovrappeso e obesità vanno evitate in caso di psoriasi: la prima si estende in realtà anche alla popolazione generale, e riguarda il fatto che il tessuto adiposo è un tessuto attivo che produce sostanze infiammatorie, aumentando così il rischio di tutti quei problemi di salute che uno stato infiammatorio cronico può portare; la seconda è più specifica per le persone con psoriasi e riguarda la risposta alle terapie farmacologiche, che può diminuire in presenza di eccesso di tessuto adiposo.

 



Cerca il CENTRO PSORIASI
più vicino a te