Sessualità – Vivere l’intimità. L’impatto della psoriasi e dell’artrite psoriasica nella sfera sessuale

Sergio Langella

Le manifestazioni cutanee della psoriasi la rendono immediatamente visibile all'altro e ciò porta a una riduzione nella funzionalità psicosociale dell'individuo. La psoriasi può provocare cambiamenti nella percezione della propria immagine corporea, sentimenti di bassa autostima, sentimenti di stigmatizzazione e perdita di fiducia, causare imbarazzo e depressione. La stigmatizzazione si accompagna a sentimenti di rifiuto, vergogna e colpevolezza ed è spesso associata a disfunzioni sessuali, soprattutto nei pazienti con una psoriasi inversa e/o un coinvolgimento genitale. Per chi soffre di psoriasi, sia maschi che femmine, è riconosciuto un maggior rischio di ridotta funzione sessuale. Negli uomini sono varie le cause che possono portare a una disfunzione erettile (aterosclerosi, fattori psicosociali, stile di vita e disturbi ormonali, per esempio) e molte di queste derivano da patologie o situazione che hanno un’elevata comorbilità con la psoriasi (dislipidemia, obesità, sindrome metabolica, diabete, ipertensione, depressione e uno stile di vita sedentario). La psoriasi in combinazione con l'artrite psoriasica espone il paziente a un rischio molto maggiore di sviluppare una disfunzione erettile dovuta all'infiammazione. La presenza di lesioni genitali generalmente non interferisce con la funzione sessuale, sebbene queste possano causare disagio nelle donne che tendono a sentirsi meno attraenti fisicamente e la vita sessuale assume per loro una connotazione negativa, fino a condurre alla scomparsa del desiderio. La connessione psicologica tra psoriasi e disfunzione sessuale è rappresentata dalla depressione, molto più frequente in individui affetti da psoriasi e tra le principali cause che porta la persona a mettere da parte la sfera sessuale. La salute sessuale è definita dall'OMS come uno stato di salute fisica, emotiva, mentale, e benessere sociale in relazione alla sessualità, e non semplicemente disfunzione, malattia o assenza di queste. È importante e necessario affrontare questi problemi in termini di salute sessuale, poiché troppo spesso si tende a dimenticare che la salute è un concetto complesso che non può ridursi alla rimozione di un problema ma va costruito attorno all’esperienza del soggetto. “Sentirsi bene” racchiude il principio che per definire una persona in salute si debba partire dalla sua esperienza, quindi è importante che i pazienti psoriasici parlino della loro vita sessuale e spetta allo specialista essere attento a questa esigenza. La disfunzione sessuale serve quindi da allerta per la necessità di un approccio multidisciplinare nella psoriasi. Mettere da parte la sessualità è a tutti gli effetti un’amputazione non necessaria che la persona compie perché non sa come affrontare una problematica così intima, oppure non riesce a gestire i sentimenti di inadeguatezza e salvaguarda la sua autostima col diniego. Se non c’è vita sessuale non può esserci il problema, ma se non c’è spazio per la sessualità non può esserci salute poiché la propria esperienza sarà figlia di un desiderio che trova attorno a esso solo una mancanza e non un’altra persona.



Cerca il CENTRO PSORIASI
più vicino a te

Alcune risposte le puoi avere anche subito al 800.949.209*

Il nostro numero verde è a disposizione del pubblico per aiutare a trovare il Centro Psoriasi più vicino a te e scoprire le informazioni pratiche necessarie per la tua visita (prenotazione, dove recarti, orari e documenti).

* Servizio attivo dal lunedì a venerdì,
dalle 9.00 alle 17.00 (escluso festivi).